Vai alla Home Page
×
Header pagina
La nostra storia è fatta di persone, della loro lungimiranza, visione e dell’impegno che fin dal primo giorno hanno dedicato al progetto NIZZA DOCG: leggi quali sono i passi che hanno portato con entusiasmo fino a oggi!
Siamo negli anni '50, gli anni dell'espansione, del commercio, di chi si sposta in città per lavorare in fabbrica e di chi resta invece in collina a lavorare la terra.

Il vino inizia lentamente ad abbandonare il suo ruolo di alimento "che sostiene”: quello delle nostre zone è infatti ricco, corposo, e a quei tempi veniva venduto principalmente sfuso in damigiane.

A poco a poco, una piccola area del Monferrato Astigiano stava iniziando a farsi conoscere meglio: "La Barbera di Nizza", un riferimento sicuro quando si parlava di vigne, uva e vino di qualità. Gli operatori del settore ne parlavano bene, senza indugio.

Fu così che, a ogni nuova gemma di vite, iniziava a prendere forma un pensiero condiviso da chi metteva a frutto il proprio saper fare nel produrre vino eccellente…
Il tempo passa, e arriviamo a fine anni '90: tra i produttori si fa strada la consapevolezza di dover legare con nodi indissolubili il vino al proprio territorio d'origine, per preservarne - in primis - la qualità e per poterlo comunicare meglio.

Nel 1996 prende corpo il progetto di dividere le denominazioni in sottozone; durante la vendemmia del 2000 nascono le tre sottozone della Barbera d'Asti DOC, tra cui proprio "Nizza", fortemente voluta da un gruppo di produttori di alcuni di quelli che oggi sono a tutti gli effetti i Comuni del Nizza che si sono prodigati, spinti dalla passione per il proprio vino.

"Le Vigne del Nizza": questo il nome che suggella l'unione e mostra la chiarezza di obiettivi delle persone che ne fanno parte.

Un altro passo verso una nuova realtà era stato fatto.
Una volta diventata ufficiale la sottozona Nizza, l'entusiasmo tra i produttori era all'apice: tra l'orgoglio di vedere la parola "Nizza" in etichetta e l'emozione di far parte di un gruppo sempre più grande, il gioco stava iniziando a farsi davvero serio.

Nel 2002 questa voglia di crescere insieme viene sancita da un evento che cambierà tutto: viene infatti fondata L'Associazione Produttori del Nizza, alla quale aderiscono subito le aziende leader nel mondo per la produzione del vino locale.

L'obiettivo principale è chiaro: arrivare alla docg.

Preservare la qualità e portare il Nizza al giusto livello di riconoscimento è un'evoluzione naturale: giovani produttori e cantine storiche iniziano quindi a confrontarsi e ad affrontare - uno dopo l'altro - tutti gli step necessari.
Insieme si può fare tanto, e restare uniti lavorando sodo è ciò che ha caratterizzato ogni membro dell'Associazione Produttori del Nizza, fin dal primo giorno.

Finalmente, il 1° luglio 2016, i produttori del Nizza posso scrivere in etichetta"Nizza docg": "un nome breve, che condensa il concetto di terroir" come lo descrivono le parole di Gianni Bertolino, allora presidente in carica.

È grazie al Rio Nizza, che attraversa l'area del Nizza docg, che si è potuto optare per questo nome breve ma così democraticamente rappresentativo di tutti i 18 Comuni nei quali si può produrre questo vino.

Si inizia a seguire il disciplinare, che prevede minimo 18 mesi di affinamento: infatti, la prima annata che riporta la docg Nizza è quella della vendemmia 2014.
Come l'acqua del Rio che gli ha dato il nome, tutto per il Nizza scorre fluido e naturale. Tra gli addetti ai lavori dell'Associazione inizia a circolare una frase frequente: "il Nizza non si ferma mai". La famiglia del Nizza, quella dei produttori, dei lavoratori e dei suoi appassionati, cresce così a ritmo costante.

I traguardi raggiunti sono solo nuovi incentivi a salire più in alto, e tutti lavorano insieme con la consapevolezza di essere ognuno un elemento fondamentale per fare avanzare sempre di più un territorio ricco, da scoprire in tutte le sue sfaccettature.

Con questi primi #20anniperilnizza, una visione ancor più alta si è materializzata nel futuro dell'Associazione: e di certo, con la determinazione e l'entusiasmo che caratterizza i produttori del Nizza, questa storia continuerà riempiendosi di altri capitoli emozionanti ancora da scrivere…
Lunedì 21 novembre 2022: una giornata dedicata ai primi 20 anni dell’Associazione insieme ai produttori del Nizza, per celebrare i traguardi e condividerne il futuro!

Accredito riservato a operatori del settore.

Dalle ore 14.30 alle 18 Accredito in Centrale Nuvola Lavazza - Via Ancona 11 A - Torino

Ore 15.00 Seminario dedicato alla presentazione della Denominazione Nizza docg

Ore 16.30/20.00 Walk Around Tasting

Per info: info@ilnizza.net - 0173.363649

IN COLLABORAZIONE CON:

Lunedì 21 novembre 2022: una giornata dedicata ai primi 20 anni dell’Associazione insieme ai produttori del Nizza, per celebrare i traguardi e condividerne il futuro!

Accredito riservato a operatori del settore.

Dalle ore 14.30 alle 18 Accredito in Centrale Nuvola Lavazza - Torino

Ore 15.00 Seminario dedicato alla presentazione della Denominazione Nizza docg

Ore 16.30/20.00 Walk Around Tasting

Per info: info@ilnizza.net - 0173.363649

IN COLLABORAZIONE CON:

58 AZIENDE - 82 NIZZA DOCG IN DEGUSTAZIONE

Alessandro Motta
Amistà
Bava
Beppe Marino
Bersano
Bianco Angelo
Bocchino Giuseppe
Brema
Cantina di Nizza
Cantina di Vinchio
Cascina Giovinale
Cascina Guido Berta
Cascina La Barbatella
Cantina Sant'evasio
Cascina Barisel
Cascina Garitina
Cascina La Patareina
Castino
Coppo
Corte San Pietro
Cossetti Clemente
Dacapo
Dacasto Duilio
Durio Adriano
Erede di Chiappone A.
Francesco Iandolo
Franco Mondo
Frasca La Guaragna
Garesio
Gianni Doglia
La Giribaldina
Guasti Clemente
Il Botolo
Isolabella della Croce
La Gironda
L'Armangia
LHV Avezza
Malgrà
Marco Bonfante
Marco Pesce
Mauro Sebaste
Michele Chiarlo
Pico Maccario
Poderi Rosso Giovanni
Prunotto
Ricossa
Serra Domenico
Silvia Castagnero
Tenuta Bricco San Giorgio
Tenuta Garetto
Tenuta Il Falchetto
Tenuta Olim Bauda
Terre Astesane
Tre Secoli
Villa Giada
Vinicola Arno
Vite Colte
Distillerie Berta
58 AZIENDE - 82 NIZZA DOCG IN DEGUSTAZIONE

Alessandro Motta
Amistà
Bava
Beppe Marino
Bersano
Bianco Angelo
Bocchino Giuseppe
Brema
Cantina di Nizza
Cantina di Vinchio
Cascina Giovinale
Cascina Guido Berta
Cascina La Barbatella
Cantina Sant'evasio
Cascina Barisel
Cascina Garitina
Cascina La Patareina
Castino
Coppo
Corte San Pietro
Cossetti Clemente
Dacapo
Dacasto Duilio
Durio Adriano
Erede di Chiappone A.
Francesco Iandolo
Franco Mondo
Frasca La Guaragna
Garesio
Gianni Doglia
La Giribaldina
Guasti Clemente
Il Botolo
Isolabella della Croce
La Gironda
L'Armangia
LHV Avezza
Malgrà
Marco Bonfante
Marco Pesce
Mauro Sebaste
Michele Chiarlo
Pico Maccario
Poderi Rosso Giovanni
Prunotto
Ricossa
Serra Domenico
Silvia Castagnero
Tenuta Bricco San Giorgio
Tenuta Garetto
Tenuta Il Falchetto
Tenuta Olim Bauda
Terre Astesane
Tre Secoli
Villa Giada
Vinicola Arno
Vite Colte
Distillerie Berta
Centrale Nuvola Lavazza, Torino - via Ancona, 11 A
clicca qui per la mappa
A rappresentare il forte legame del Nizza con il proprio territorio, una location che nasce con lo stesso obiettivo e la stessa propensione all’innovazione che da vent’anni mettiamo al servizio del Nizza docg: la Nuvola Lavazza, uno spazio aperto alla città, all’Italia e al mondo, in cui i nuovi uffici di Lavazza dialogano con un ristorante gourmet e un museo interattivo, con un grande spazio eventi e un’area archeologica, e con un bistrot innovativo aperto al pubblico.

Oltre 30 mila metri quadrati di idee e lavoro, cibo e cultura; un quadrilatero con molte anime che, come le nuvole, sa assumere forme diverse. Un ecosistema di luoghi che prende forza dal passato, energia dal dialogo e guarda oltre, ispirato dalla continua necessità di innovare e diffondere cultura.

L’evento dedicato al ventennale avrà luogo pressi la così chiamata CENTRALE NUVOLA LAVAZZA, uno spazio di 4.500 metri quadrati in grado di accogliere fino a mille persone, negli spazi dell’ex centrale elettrica di via Bologna.