Vai alla Home Page
×
Header pagina
L'ASSOCIAZIONE VISTA DA LA GIRONDA: LE EMOZIONI

 

2002: UN ANNO DI NUOVE NASCITE

Sono diventata “vignaiola” nel 2000 e la mia prima vinificazione alla Gironda è avvenuta proprio nel 2002, pietra miliare della nostra storia, perché è l’anno in cui è nata la “nostra” associazione, l’Associazione Produttori del Nizza DOCG.

Avevo 36 anni, sposata da 7, una figlia di 6 e un figlio di pochi mesi: Paolo, che di anni adesso ne ha 20, come l’Associazione, e che con noi condivide oggi l’impegno, la fatica e la passione.

L’Associazione ha praticamente la sua età e, come lui, è cresciuta, ha imparato, ha condiviso, ha raggiunto dei traguardi e se ne è prefissata di nuovi.

All’epoca mi avvicinavo con timore, o meglio con “gena”, come si dice dalle nostre parti, al mondo del vino; il gruppo dei produttori del Nizza, poi confluiti nell’Associazione, è stato una guida fondamentale, così come la sensazione – da subito -  che insieme avremmo potuto fare qualcosa di importante.

 

GUARDARE NELLA STESSA DIREZIONE: I PRODUTTORI UNITI, PER IL NIZZA

L’Associazione è sempre stata luogo di confronto, di condivisione di ideali, di conoscenze e di esperienze; ma anche di passione, di amicizia, di emozioni, di momenti unici  - vogliamo parlare di quanto ci scoppiava il cuore dalla gioia nel nostro primissimo “Nata il 1° luglio”, all’ottenimento della denominazione?

Da sempre ci ha uniti la volontà di guardare tutti nella stessa direzione: è stato questo il motore del confronto che ci ha fatto crescere, così come l’impegno, ripagato nel tempo da tante soddisfazioni.

Le esperienze e le emozioni vissute insieme hanno fatto crescere in tutti noi – giorno dopo giorno – la consapevolezza che si stava realizzando veramente qualcosa di unico per il nostro territorio, per noi, per il nostro futuro e per i nostri figli.

 

IL FUTURO DELL’ASSOCIAZIONE PRODUTTORI DEL NIZZA, SECONDO LA GIRONDA

L’augurio è che siano proprio i nostri figli, che avevano solo pochi anni o pochi mesi alla nascita dell’Associazione Produttori del Nizza, a raccogliere come un’eredità le nostre motivazioni; a sentire nel profondo lo stesso entusiasmo che ci ha animati, credendo sempre di più nelle potenzialità del Nizza DOCG e del suo territorio. Soprattutto, ci auguriamo che possano provare le stesse emozioni che abbiamo avuto la fortuna di vivere noi, che l’Associazione l’abbiamo voluta, l’abbiamo vista nascere e e poi crescere.

Il nostro desiderio più grande è che l’Associazione Produttori del Nizza possa conservare, ora come allora, lo stesso spirito di squadra, lo stesso orgoglio e la stessa unità di intenti che ci ha contraddistinto in questi primi 20 anni, e che tutti ci riconoscono.

 

Sempre, orgogliosamente:  W IL NIZZA!


Susanna Galandrino - La Gironda